« Back The taste of joy - Scrambler Ducati

#alessandroRoscioli

Se Dovessi descriverti in due righe, come ti presenteresti?
Sono nato a Roma nel settembre del 1970. Se non sono in viaggio mi trovate nella mia Salumeria Roscioli, in via dei Giubbonari. Di recente ho scoperto di amare il tennis, mentre il cibo lo amo da quando ho 7 anni.

Raccontaci che cosa vuol dire per te essere Scrambler.
Partire su una Scrambler è il massimo della libertà. Non metto nessun navigatore e ascolto solo i consigli e le indicazioni di incontro per strada. Così nascono le storie. Tutto è collegato, la moto, la salumeria, i viaggi, il mio lavoro i miei amici, la mia famiglia e io non sono ancora sceso dalla giostra. Forse la mia isola felice è proprio questa!

Quali sono i tuoi itinerari preferiti da fare in moto?
L’itinerario preferito è sempre il prossimo, quello nuovo, quello mai provato. So già che comunque avrà a che fare con il cibo. Sempre sulla giostra, lavoro o piacere, sempre di cibo si parla. Non scendo mai dalla giostra. Che io sia a lavoro o che sia tra amici il cibo e il vino la fanno sempre da padrone. Non c’è conversazione che non approdi a parlare di ristoranti, se si è fortunati ci si finisce.  Fateci caso, si inizia a parlare di arte e poi si finisce a parlare del produttore fantastico di nicchia da provare assolutamente e in pochi minuti si organizza una gita fuori porta; si parla di città, monumenti e posti da vedere e spunta il prodotto tipico da da non perdere,  chiedi consigli per i viaggi e la seconda cosa che ti dicono è dove mangiare o cosa assaggiare. Non si scappa.  A tavola si concludo affari, nascono amori e si cementano amicizie.  Si brinda e ci si consola. Perché il cibo è unione, condivisione, scoperta e conforto. Fa parte di noi. E fa parte di me in particolare. Non c’è stato viaggio o giro fuori porta che non abbia avuto un risvolto nel cibo o nel vino. Mi immergo in ogni cosa. Sagre, osterie, ristoranti stellati e bettole. Ogni occasione è buona per scoprire qualcosa di nuovo.  A volta basta una frase di un amico, un consiglio di un cliente e decido di partire a provare con mano.  Mi immergo nelle tradizioni, le nostre radici ma adoro anche gli esperimenti e gli innovatori. Mi piace farmi trasportare. Quando sono in moto è ancora meglio. E’ più facile seguire il flusso, girare per un sentiero e perdersi. E ti trovi immerso in una realtà parallela. Una realtà che vede un pastore dormire con le sue forme di formaggio, per non farle rubare perché per stagionale porte e finestre del rimessaggio devono rimanere aperte; e quella è la sua vita. persone famiglie che hanno dedicato la loro vita prodotti che ci fanno stare bene. Produttori di passione e di meraviglie. Tutte queste realtà vengono via con me, ritornano nella mia Salumeria per poter affascinare qualcun altro e convincerlo a partire. 

  Taste of Joy: quali sono i luoghi di street food ( ristoranti, chioschi, pub, agriturismi ) di cui non puoi fare a meno?
Supplizio – via dei Banchi vecchi, 143 - 00186
Trapizzino – via Giovanni Branca, 88 - 00153
Piano Strada - Vicolo del Cedro, 36 - 00186

Condividi la storia su:

leggi le altre storie